Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Gabrjel
Monday, March 19, 2012 8:45 AM
Articolo di William Hamilton III - traduz. Claudio Guglieri
Da >>> "UFO Notiziario" Nuova Serie - N. 45 del Giugno/Luglio 2003


Dal "Patto Scellerato" alle presunte installazioni segrete del Sud-Ovest degli USA. Leggende metropolitane, disinformazione o realtà?
Il seguente brano, tradotto da Claudio Guglieri, proviene da un articolo, scritto da William Hamilton III, dal titolo "Le Caverne Magiche", basato sul suo libro "Alien magic".


Il primo caso di "abduction sotterranea" da me investigato è del 1988, ma non raggiunsi mai conclusioni definitive a riguardo.
L'incidente accadde nella Rosamond Area, presso l'"Antelope Valley California", sulle pendici delle Tehacapi Mountains.
Qui si trova una piccola catena montuosa sotto la quale la Northrop ha costruito un laboratorio di ricerca, R&D. I locali lo chiamano "Anthill" (Formicaio, n.d.r.) o "Black hole" (Buco Nero, n.d.r.) e avrebbe diversi livelli sotterranei.
La regressione portò a incredibili rivelazioni.
I resoconti testimoniali evidenziavano che i protagonisti Ray e Nancy erano stati rapiti e condotti sottoterra. Sotto ipnosi egli continuò a parlare "del fiume Kern al Nord".
Esiste un'area vicino alle Tehachapi Mountains chiamata Kern River. Il fiume superiore è probabilmente usato dal Governo per generare elettricità nell'installazione di Tehachapi Ranch. La montagna vicina è stata scavata presumibilmente per fare posto a nuove parti della base Northtop. C'è fango intorno ma la gente pare non notare niente.
Tutta l'elettricità serve per il "Ranch", che è il luogo dove verrebbero eseguite le sperimentazioni ed i collaudi per progetti di aerei avveniristici oltre che di tecnologia spaziale, come di velivoli supersegreti. La struttura è un'enorme base con enormi hangar, grandi elevatori e laboratori tecnici. C'è un'intera città là sotto la montagna. L'intera valle è piena di tunnel. Si va da una zona all'altra sottoterra. Puoi andare così da Palmdale a California City. Ci sono tunnel lungo tutta la strada fino alla base di George.
Gli alieni vi avrebbero accesso e sono stati visti dappertutto. Il Governo li lascerebbe fare. Essi sonderebbero il cervello umano per trovare le nostre debolezze e per controllarci.
Ci si chiede altresì come sono riusciti a controllare il Governo Segreto che ha a suo tempo dato loro tali installazioni. "Sotto minaccia di ritorsioni ovvero mediante un controllo globale oppure attraverso una forma di controllo mentale?", si interroga un Branton.
A suo dire gli alieni fanno esperimenti biogenetici su di noi e giungono a dissezionare gli esseri umani. È orribile. Il Governo saprebbe ma farebbe finta di niente. Alcuni nel Governo vorrebbero fermare tutto ciò ma non sanno come 1.
In poche parole la rete, che fu creata con e per la "interazione aliena", quando si pensava agli alieni come esseri pacifici, sarebbe ancora funzionante, persino dopo la nostra perdita di controllo di quest'ultima. Poiché gli alieni ora avrebbero sotto controllo quasi tutta l'infrastruttura che derivò dai progetti originali, e la struttura di controllo ovvero l'"establishment" stesso non possono fare nulla al riguardo. Il tutto dipenderebbe da coloro che non sono legati a vincoli o giuramenti, come nel caso degli umanoidi non tenuti a direttive di non interferenza e molti "Nordici" e ibridi terrestri, che sono legalmente nati in questa società con il compito di cambiare la situazione al meglio possibile.
Ray fu disturbato per il fatto che i Grigi avessero legato Nancy a un tavolo in questa installazione. Vide strumenti ovunque. Durante l'ipnosi rabbrividì ricordando ciò. Era convinto che avessero abusato di lei e che lui non fosse stato capace di aiutarla. Ebbero anche la sensazione di essere venuti in contatto con una razza benevola che li avrebbe osservati durante il rapimento.
Dopo alcuni mesi mi dissero che si sentivano impauriti e spiati e volevano studiare la Bibbia per trovare rifugio da questo enorme male che aveva come "infestato" la loro vita.
Diversi testimoni hanno osservato fenomeni strani nella zona. Spesso queste "anomalie" provenivano dalla zona della sella montuosa. Un certo Stan vide un brillante bagliore arancione a forma di sigaro sopra Tehachapi Mountain.
Altri videro dischi lucenti color verde, udirono strani rumori e videro anche furgoni ed elicotteri neri.
Un pilota in volo verso Merced, il 23 Febbraio 1991, mentre passava sulla stessa zona, vide quattro oggetti bianchi rettangolari che descrisse circa quattro volte più grandi di un tipico cartellone pubblicitario. Un altro osservatore li vide sparire nella montagna. Un altro testimone vide il terreno aprirsi all'interno della recinzione della base Northrop, uscirne un disco e volar via. Egli disse anche che da Edwards (la base aerea) venne qualcuno che gli disse di non parlare di ciò che aveva visto. Seppi che si chiamava Chuck e aveva lavorato nei tunnel sotterranei ad "Anthill". Egli disse che i tunnel hanno dei vani rotondi con pannelli rossi e verdi per l'identificazione e l'entrata. Non ci sono porte ma qualche specie di campo viene proiettato da cilindri annegati nelle pareti. Minuscoli globi levitavano nei tunnel e seguivano Chuck e la sua squadra in qualsiasi posto. Pensava che l'U.S. Air Force li usasse come sensori, ma dove avevano preso la tecnologia per farli levitare?
Joe mi raccontò molte storie. Partecipò a diversi miei convegni a Lancaster. Egli dice di aver avuto un incontro ed un "missing time" mentre viaggiava sul lato sud della Edwards AFB (base aerea di Edwards). Anch'egli aveva lavorato nei tunnel sotterranei sul confine Est di Edwards vicino al poligono missilistico della NASA. Lui pure vide in tali tunnel globi levitanti e io gli chiesi a quale profondità tale tunnel corresse sotto la superficie.
Mi disse che secondo il conteggio effettuato in base alla discesa dell'elevatore egli stimò una profondità di circa 3.000 piedi (1.000 m). Una volta vide una porta aperta su una stanza di questi tunnel e poté osservare un alieno molto alto in piedi vicino a due uomini in camice bianco. Credeva fosse alto circa 9 piedi (2,7 m). Vide anche due Grigi, dentro un hangar a China Lake, mentre ritornava a prendere uno strumento che aveva dimenticato.
Joe mi sembrava sincero, ma non ho mai saputo se credergli.
Un giorno egli mi raccontò di due vecchi compagni di scuola che avevano lavorato ad "Mthill". Lavoravano due settimane per turno e vivevano in condomini costruiti nella base sotterranea.
Il Governo controllava persino gli alimenti di ognuno. Uno di loro era conosciuto come un genio dei computer; Egli disse di aver visto sia Grigi che Rettiliani in diverse basi.
Uno di questi progetti era chiamato "Staltalk" ed impiegava laser ad alta potenza.
L'informatore, chiamato Paul, disse che aveva lavorato in una grande base (120 m di larghezza).
Il progetto Startalk usava un potente laser che veniva sparato nello spazio. Questo fungeva da radiofaro per gli UFO. Apparentemente sembrava diretto a forze amiche in altri sistemi.
Egli vide una volta un disco volante atterrare e entrare in un hangar sotterraneo. Dentro l'edificio al di sotto della superficie si trovava un enorme computer. Gli impiegati indossano abiti bianchi e calze bianche (niente scarpe). I computer usano un linguaggio alieno simbolico. Vi era un grande schermo in questo complesso che mostrava vari sistemi stellari e galassie. La tecnologia usata è cosi avanzata che sorpassa enormemente le conoscenze applicate dalla nostra scienza. Il laser è anche in grado di funzionare come "mezzo interdimensionale" (warp drive?) di comunicazione. Ciò potrebbe essere fattibile per il fatto che il laser usato normalmente nella base impiegherebbe qualche anno per raggiungere la stella più vicina a noi.
Guardie della sicurezza accompagnano i lavoratori, persino al bagno. I telefoni sono muniti di interruttore, persino quelli nelle case dei lavoratori.
A Paul e a Gopher (il secondo soggetto) ci vollero due anni per avere un pass di sicurezza.
Gopher dice che si lavora con gli alieni in tranquillità e che utilizziamo la loro tecnologia. Viene pagato bene, 145.000 dollari all'anno e il Governo gli paga anche gli alimenti. Dice di aver lavorato alla Sezione D, meglio conosciuta come base di Dulce. Ha visto Rettiloidi e Grigi, ma questo lavoro gli ha del tutto cancellato una eventuale vita privata. Ha visto anche degli "arancioni" (un'altra delle presunte razze aliene presenti sul nostro pianeta, n.d.r.). Paventa una futura guerra aliena. Ha comodità varie ma non gli è permesso di lasciare il paese e deve avere un permesso particolare per lasciare lo stesso stato.
Secondo quanto poté dirmi ospiteremmo anche alieni "buoni" che proverrebbero da una Federazione. Quello che vide era umano, alto e biondo (forse un "Nordico"). Crede che si stesse tentando di contattare i "buoni".
Secondo altre fonti ci sono basi a Los Alamos e navette sotterranee che la collegano con Dulce.
Un elevatore discenderebbe nella stanza dei computer e da questa un tunnel laterale correrebbe fino ad Albuquerque. A profondità maggiori esistono congegni automatici che ucciderebbero gli intrusi.
Questi tunnel sono parti di un vasto sistema sotterraneo. Ci sarebbe anche una città con migliaia di abitanti che vivono sempre sottoterra.
Il bilancio per le ricerche (solo delle basi in superficie) sarebbe di oltre un miliardo di dollari all'anno ma le basi sotterranee sorpasserebbero di varie volte questa cifra.
Una rapita chiamata Diane fu portata in una base sotterranea che lei crede fosse collocata al Poligono Navale di China Lake. L'elevatore che la portò in profondità aveva caratteristiche inusuali (forze magnetiche al posto di cavi). Una guida le mostrò umani biologicamente modificati che erano stati posti in gabbie a pochi centimetri dal pavimento. Vide anche animali modificati geneticamente. Una storia quantomeno bizzarra.
C'è poi il racconto inerente una base sotterranea sotto la riserva indiana degli Apache Jicarilla, dove il fisico Paul Bennewitz disse di aver osservato il crash di una navicella aliena sulle pendici dei Monti Archuleta.
Nel suo "Progetto Beta", Bennewitz disse che gli alieni umanoidi avevano una base vicino alla mesa di Archuleta e che lui era riuscito a stabilire una comunicazione con loro.
Dopo diversi anni la storia sembrò rivelarsi frutto di farneticazioni e di disinformazione operata da e su Bennewitz.
La cosa non è tuttavia ancora ben chiara. Testimoni avrebbero visto immagini video di alieni che Paul avrebbe contattato con il suo equipaggiamento speciale. Questi alieni spedirebbero messaggi che arriverebbero sulla stampante del computer di Paul. Sono alieni o agenti segreti?
Incontriamo ora un altro testimone.
Thomas E. Castello fu colui che fece conoscere i "Documenti di Dulce". La sua amica, Ann West (pseudonimo) racconta così la sua storia.
Thomas ha una passione per le macchine vecchie, tutte, ma specialmente le Packards anni '40 e primi '50.
Gli parlarono di un vecchio di nome Ed West (il padre di Ann). Egli parlò con lui su tanti argomenti. I due discussero ore ed ore e si trovarono d'accordo con la passione per gli UFO.
Pochi mesi dopo Ed presentò Tom all'"Organizzazione", un gruppo che faceva approfondite ricerche su UFO e contattisti. Tom aderì al gruppo.
A quel tempo, nel 1961, Tom era nelI'U.S. Air Force, di stanza alla base di Nellis (vicino Las Vegas). Gli fu fatto un corso di fotografia e ricevette un accredito di massima segretezza. In Virginia fece diversi addestramenti ed ebbe l'opportunità di lavorate in una base sotterranea. Quando fu trasferito la sua autorizzazione venne aumentata a TS-IV (Top Secret 4, n.d.r.). In Florida conobbe Ann e seppe il fatto del suo rapimento su un disco volante. Le fece conoscere l'"Organizzazione" e insieme con Tom iniziarono a fare ricerche.Negli anni divennero come fratelli e lui fini quasi per adottarla.
Lasciata l'Air Force iniziò a lavorate per la "Rand Corporation" in California, come tecnico della sicurezza.
Dopo un anno la sua autorizzazione divenne ULTRA 3. Sposatosi con Cathy e trasferitosi a Santa Fe, New Mexico, nel 1977 la sua autorizzazione venne ancora elevata al grado ULTRA 7. Raccontò ad Ann che lavorava in una base sotterranea con incredibili misure di sicurezza, soprattutto nel suo campo, la fotografia. Doveva scortare i visitatori a certe aree della base e girava armato.
Lasciato il suo lavoro egli aveva raggiunto il grado di Maggiore.
Un giorno Ann venne a visitarlo a casa e lui, prima che ripartisse le diede in mano un foglio piegato sussurrandole: "Non farlo vedere a nessuno".
La notte, in un motel a Durango, Ann aprì il foglio e vide, sulla carta gialla, lo schizzo di un alieno, un triangolo invertito e il nome Dulce. Cercò di pensare a cosa si potesse riferire.
L'alieno del disegno aveva la testa grossa, grandi occhi neri, niente naso e nemmeno capelli. Il triangolo era ombreggiato in nero. Lei buttò il foglio nel water e quella notte ebbe incubi sugli alieni. Il mattino dopo, fatta colazione, osservò una cartina cercando una strada per tornare a Las Vegas quando notò il nome di una piccola città vicino al confine del New Mexico, chiamata Dulce.
C'erano dunque alieni a Dulce? Era quello che Tom cercava di dirle?
Poi ricordò dove aveva visto il triangolo prima. Il simbolo era su un berretto nel libro lussuoso che possedeva Tom. Era arancio scuro con un triangolo nero invertito e con strisce dorate che lo tagliavano in tre parti.
Secondo un Branton è interessante che tale triangolo sia invertito, considerando che alcuni gruppi di "Nordici" userebbero un triangolo dritto con tre linee orizzontali come emblema proprio.
Alcune fonti cristiane riferiscono visioni della città della "Nuova Gerusalemme", menzionata nel libro dell'Apocalisse come una vasta "città di luce" di forma piramidale, su tre livelli.
Tale "struttura di luce" sarebbe stata osservata, usando potentissimi telescopi, emergere dalla nebulosa oltre il gruppo di Orione e si dice sia sulla rotta esatta per la Terra. Sarebbe il quartier generale delle forze angeliche e della Trinità sotto la quale essi servono, secondo le fonti cristiane. Tale descrizione corrisponderebbe all'emblema dei "Nordici" di una piramide su tre livelli, in cui questi umanoidi avrebbero il centro della loro attività angelica e il fatto che un triangolo invertito sia associato con la base di Dulce denuncerebbe allora una connessione Luciferina.
Interessanti, se sono veri, i rapporti che denunciano il fatto che Dulce avrebbe delle controparti entro la 4a o 5a dimensione di quel particolare punto dello spazio-tempo.
Ann decise così di passare attraverso Dulce, cercando dei segni sospetti, ma non trovò nulla.
Nel Dicembre di quell'anno Tom fece una visita a sorpresa ad Ann. Le disse che aveva lasciato il lavoro dopo una disputa fra militari e lavoratori. Le forze di sicurezza avrebbero usato "pistole flash" (?), ma i militari erano armati con mitragliette.
Un Branton sostiene che apparentemente una forza di sicurezza umano-aliena avrebbe posseduto le "pistole flash" e i militari le mitragliette. Ma ciò non significa che una disputa sulle armi possa essere stata la scintilla di tale incidente.
Egli disse che fu come una guerra con urla e panico nei tunnel. Un sacco di gente morta nel conflitto. Si chiese anche quale scusa avrebbe addotto il Governo per coprire l'accaduto.
Nel Febbraio 1980 i media parlarono di una rivolta carceraria vicino a Los Alamos e della morte di molti prigionieri e guardie. Era questo il cover-up confezionato per coprire il tutto?
Tom ammise di essere nei guai. Tornò alla base e prese foto, documenti e altre cose. Era entrato e uscito attraverso un condotto della ventilazione dentro una "Caverna di ghiaccio" (?). Lasciata la caverna si diresse verso una scatola che aveva preparato in precedenza, vi mise tutto dentro e la seppellì. Tornò alla macchina, ma la sicurezza lo aspettava. Lo interrogarono sulla sua presenza lì, ma lo lasciarono andare.
Egli chiese ad Ann di aver fede in lui e che era sempre lo stesso uomo che aveva conosciuto come amico. Il giorno dopo che era partito tre uomini dell'OSI (I"Office of Special Investigations" o Servizio Investigazioni Speciali) chiesero notizie di Tom ad Ann.
In altre quattro visite a Dicembre le chiesero ancora notizie ma ella disse di non sapere nulla sulla sua sorte.
A Gennaio la CIA giunse a casa sua insistendo che lei sapeva qualcosa.
Nel Gennaio I980 si fece ricoverare per un angiogramma ma al risveglio risultò che aveva avuto una sincope. Dovette affrontare un lungo periodo di riabilitazione, imparando di nuovo molto di quanto sapeva, e dopo sia L'OSI che la CIA smisero di infastidirla.
Nel Giugno dell''82, quando ricevette una chiamata da Tom, parlarono per ore.
Tom era stato in 20 Stati, correndo qua e là per sfuggire. Le disse che il "Governo" aveva fatto un trattato con una nazione aliena e che gli alieni erano qui da secoli. Le mostrò pagine di scritti alieni, alcuni dei quali tradotti. Era orribile. Le parlò di Cathy e di un altro uomo tenuti come schiavi in una base sotterranea. Cercava un posto sicuro per nascondere tutti i documenti originali presi dalla base di Dulce e altre prove della cospirazione aliena. Il materiale sarebbe stato poi seppellito su una montagna.
Gli anni hanno però trasformato il luogo e Ann non è stata capace di ritrovarlo.
Sembra una favola? Molti lo pensano.
Ann possiede foto di Thomas e dettagli della sua, vita nei suoi file. Egli sarebbe però una persona reale non un'invenzione.
La base di Dulce è una base di ricerca a sette livelli sotterranei, gestita dal DOE (Dipartimento dell'Energia, come il Nevada Test Site) e collegata ai laboratori di Los Alamos.
Il livello 1 ha garage, equipaggiamento di manutenzione stradale, laboratori fotografici, giardini idroponici, alloggiamenti, sala mensa, alloggiamenti per Vip, una cucina e garage per veicoli della sicurezza.
Ogni livello ha auto elettriche codificate col colore che vengano usate per spostamenti a breve raggio.
Il livello 6 ospiterebbe l'infame "Sala degli Incubi", un arsenale della sicurezza, un arsenale militare, la sicurezza militare e un generatore di impulsi. Il generatore avrebbe 200 piedi (70 m.) di diametro e avrebbe un congegno a impulsi elettromagnetici a 2 livelli che può creare un perfetto clone di una persona.
Fantascienza? Gli addotti hanno detto di essere stati portati in simili posti.
Non esiste nessuna prova finché non si riuscirà almeno a ritrovare la scatola in questione, se è ancora là.
A parte il fatto di poter avere accesso alla base, comunque non ci sarebbero dubbi sul rischio di entrare senza adeguata copertura militare.
Ad ogni modo, queste storie hanno spinto ricercatori, compreso me stesso, a cercare documentazioni su tali basi sotterranee e ne abbiamo trovate davvero tante; anche se il fatto che tale struttura reticolare sotterranea esista in quasi totale segretezza è assolutamente incredibile.
Pochi in effetti si pongono domande sulla sua esistenza, il suo scopo e gli enormi fondi che devono essere erogati per la manutenzione e tutte le operazioni in questi complessi.

Note:
1. Come molti "che sanno" hanno già detto, l'intero "Scenario alieno" sarebbe fuori controllo, il che significherebbe che noi non abbiamo più il controllo della situazione
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:09 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com